Skip to content

L’elefante scomparso [pg. 178]

10 agosto 2009
by

Mi grattai dietro l’orecchio col manico del cucchiaino, poi lo riposai sul piattino. Di nuovo mia sorella mi diede un calcio, ma lui non sembrò cogliere il significato di quel gesto. Forse capiva soltanto il linguaggio computerizzato.

– Come vi invidio, di andare tanto d’accordo, – disse.

– Già, infatti quando siamo felici ci prendiamo a calci.

L’ingegnere elettronico prese un’espressione interdetta.

– Sta scherzando, – disse mia sorella con aria annoiata. – Deve sempre fare battute.

– Sì, faccio battute, – commentai. – In casa ci dividiamo i lavori, lei fa il bucato, io faccio le battute.

da Affare di famiglia

[]

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: